Guardia di Finanza - normativa antimafia

Acquaviva: sequestrati beni per circa 500 mila di euro ad un soggetto socialmente pericoloso

Operazione della Guardia di Finanza di Gioia del Colle nei confronti di un pluripregiudicato, già sorvegliato speciale di P.S

Cronaca
Gioia del colle mercoledì 10 gennaio 2018
di La Redazione
​I Finanzieri della Tenenza di Gioia del Colle
​I Finanzieri della Tenenza di Gioia del Colle © Guardia di Finanza

I Finanzieri della Tenenza di Gioia del Colle, a seguito di complesse indagini patrimoniali, hanno proceduto all’esecuzione del provvedimento, disposto dal Tribunale di Bari - Sezione Misure di Prevenzione su proposta del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Bari, nei confronti di un pluripregiudicato, già sorvegliato speciale di P.S..

L’esecuzione di mirate indagini economico-patrimoniali ha permesso di dimostrare da un lato la pericolosità sociale del soggetto, e dall’altro la sproporzione tra le fonti di reddito “ufficiali” e la reale capacità economica allo stesso riconducibile - anche a mezzo della sua convivente.

Nel dettaglio sono stati sequestrati nr. 1 abitazione, nr. 1 box, nr. 1 autoveicolo, numerosi terreni e rapporti bancari, per un valore complessivo di circa € 500.000, risultati nella disponibilità del soggetto, considerato “socialmente pericoloso” nell’accezione del Codice antimafia, alla luce dei numerosi e gravi precedenti penali e di polizia relativi a plurime condotte di traffico di sostanze stupefacenti e ricettazione.

Riguardo alle strategie di contrasto alla criminalità organizzata e diffusa, da tempo si è evidenziata l’importanza dello strumento delle misure di prevenzione personali e patrimoniali, capaci di limitare gli spostamenti dei malavitosi sul territorio e soprattutto, sul piano patrimoniale, di incidere sulla loro ricchezza nonché di determinare una “perdita di immagine e di prestigio” agli occhi dei loro sodali.

Obiettivo strategico di primaria importanza è, infatti, quello del contrasto alle proiezioni economiche della criminalità, mediante l’aggressione dei patrimoni e delle disponibilità finanziarie riferibili direttamente o indirettamente alle organizzazioni delinquenziali, nonché alle loro capacità di infiltrazione nell’economia legale.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette