Streetball Basket “4 X4”

Il basket si prende la vetrina dello sport gioiese nell’agosto piu’ caldo dell’ultimo 50ennio

L’edizione 2017 dello Streetball Basket “4 X4” centra un successo pieno coinvolgendo atleti e pubblico il 6 agosto in piazza Plebiscito e tiene alto il “nome del basket gioiese” in un momento molto difficile della storia

Basket
Gioia del colle giovedì 10 agosto 2017
di Franco Pavone
StreetBall Puglia
StreetBall Puglia © n.c.

Edizione 2017, bollente e avvincente, per lo “Streetball Basket” “4x4” a gioia del Colle. Lo scorso 6 agosto, dalle 15,00 alle 23,00, il “palcoscenico storico” di Piazza plebiscito è stato teatro del vernissage di basket con la presenza di 60 atleti (per la partecipazione al torne a squadre e all’1 vs 1) provenienti da tutta la Puglia. Passiamo ora alla trattazione della manifestazione a squadre: Streetball of Basket 4 x 4. Dopo la fase a gironi (2) si è proseguito con i turni a eliminazione diretta partendo dai Quarti. Ai quarti hanno avuto accesso quattro squadre su cinque di ognuno dei due gironi. L’evento cestistico ha dimostrato che la disciplina della “palla a spicchi” ha un solido background a Gioia del Colle. Un background forte che, un’oggettiva incertezza e disorganizzazione con tempistiche incongruenti, nella gestione della logistica della disponibilità degli impianti che devono rendere praticabile questa disciplina da parte delle istituzioni competenti, sta, di fatto, rendendo molto difficile la disputa della prossima stagione agonistica sia per l’ASD Minozzi che per l’Olimpia Basket.

Comunque torniamo all’avvincente manifestazione del 6 agosto con il mixing di esperienza e brillantezza emergente espressa da tutte le squadre partecipanti. Su tutti questi fattori sono stati brillantemente espressi dalle quattro squadre giunte alla disputa delle semifinali, ossia: I Vecchietti (poi vincitori), Bell Bell, Camouflage e Pathos. Le 28 partite che hanno composto questa kermesse hanno sconfitto anche la calura “eccellente” mai sotto i 36°C.

Ora andiamo alle semifinali. Nella prima i Bell Bell diretti dall’esperienza di “Jambo” Buono, hanno prevalso per 22-15 sui giovani dinamici ma “ frettolosi” in zona conclusiva della Camouflage team. Nella seconda semifinale I vecchietti hanno avuto una migliore gestione della manovra e soprattutto concretezza sotto canestro e si sono imposti 19-13.

Nella finale per l’assegnazione del 3° posto l’equilibrio, fra Camouflage e Pathos, è stato sostanziale fino a 75” dalla fine alloqraquando una conclusione da tre di mastromarino e una da due di Alessandro Morolla hanno fatto pendere la bilancia del successo (18-13) dalla parte della Pathos Team. Nella finalissima I Vecchietti hanno sempre, seppur con il minimo scarto, gestito il punteggio e il gioco affermandosi per 16-13. Nelle due finali quasi assenti a referto le triple, una per ognuna delle due finali.

Chiudiamo l’excursus sul torneo a squadre con alcune indicazioni numeriche. Si sono giocate 28 partite, per un totale (sospensioni incluse) di 278’. I punti realizzati sono stati 824 (578 di questi nella prima fase). Il team de “I Vecchietti” hanno fatto un percorso netto vincendo tutte le gare, sette, disputate. Hanno avuto anche il miglior rendimento in attacco con 152 punti. Le squadre senza successo sono state due “I Pescatori” (girone A) e “ Camillo’s boys” (girone B); quest’ultima squadra è anche quella che ha realizzato meno punti, 34, di tutte le partecipanti. Considerando la distribuzione dei punti realizzati data la tipologia delle conclusioni

(da 2), (da 3) e arrivati da bonus falli. Il primo dato ha inciso per il 70,1 %, il secondo per il 16,2 % e infine il terzo per il 13,7 %. Le partite chiusesi con uno scarto di 5 punti sono state 14 (50% del totale); quelle con punteggio complessive oltre 30 punti sono state 12. La partita con il punteggio complessivo più alto è stato il quarto disputato fra I Vecchietti e Selemozzarellenonsonobuoneceneandiamo, finita 29-20. la partita con il gap più ampio: I Vecchietti vs camillo’s Boys (32-10). Preziosissima quanto stoica l’attività svolta dall’unico arbitro F.I.P. presente: Moretti di santeramo. Per quanto riguarda la manifestazione parellela “ 1 vs 1”, altrettanto spettacolare, partita dagli ottavi ha designato quali finalisti il mesagnese Zara e il noiano Napoletano. Ha prevalso, 3-0, il primo grazie alla maggiore esperienza.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette