PalaRota di Spoleto

Time Out Real - l’assistant coach Masi:”a Spoleto per giocarcela alla pari”

Le dichiarazioni dell’assistant coach Vincenzo Masi

Volley
Gioia del colle domenica 08 ottobre 2017
di Gianluca Falcone
L’assistant coach Masi:”a Spoleto per giocarcela alla pari”
L’assistant coach Masi:”a Spoleto per giocarcela alla pari” © New Real Volley Gioia

È tempo di big match nel girone B: oggi, al PalaRota di Spoleto, andrà in scena la sfida tra la Monini Marconi Volley e la Gioiella Micromilk G.d.C., entrambe appaiate in vetta alla classifica.

Concentrazione e cura di ogni minimo dettaglio stanno accompagnando la marcia di avvicinamento biancorossa ad un appuntamento cruciale di questa prima fase, contro una delle compagini più accreditate alla vittoria finale della serie A2 UnipolSai targata 2017/2018.

A margine della seduta di allenamento di ieri, abbiamo raccolto le dichiarazioni dell’assistant coach Vincenzo Masi che, ai nostri microfoni, si è soffermato ad analizzare l’inizio sprint del Real e l’ostica trasferta umbra, in programma nel prossimo weekend: Come staff tecnico, siamo molto soddisfatti dell’impatto avuto dalla squadra sul campionato – le sue prime parole –. Non è stato facile cominciare quest’avventura con due vittorie consecutive, soprattutto alla luce dell’infortunio accorso a Joventino e dell’assenza di Luppi. Era una nostra aspettativa arrivare a punteggio pieno prima del tour de force che ci vedrà impegnati con Spoleto, Bergamo e Mondovì. Il merito di esserci riusciti va attribuito ai ragazzi che, seppur alla ricerca dei giusti automatismi, sono stati bravi ad esprimere un buon gioco e rimanere uniti nei momenti di difficoltà – ci spiega –. Domenica siamo attesi da una gara difficile ma, al contempo, bella ed avvincente. La partita contro Spoleto rappresenta per noi un’occasione unica per dimostrare a tutti che Gioia c’è e ha voglia di recitare un ruolo importante in questo campionato. Ci presenteremo al PalaRota con l’obiettivo di giocarcela alla pari con i nostri avversari. Per avere la meglio su una squadra così ben attrezzata per il salto di categoria, sarà necessario battere bene ed essere quanto più efficaci possibili sia nella fase di cambio palla che in quella di break point – conclude –. La serie A2 è un altro step di crescita per la mia carriera in panchina. In tal senso, è una fortuna, per me, lavorare a stretto contatto con un tecnico esperto e preparato come Vincenzo Mastrangelo. Conosce la categoria come pochi, è molto attento e meticoloso nello studio degli avversari ed è una guida carismatica che, all’interno del gruppo, sa farsi sentire. Cercherò di apprendere quanto più possibile da lui, facendo tesoro dei suoi consigli e della sua esperienza ultradecennale nel mondo della pallavolo”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette