Settimo turno del girone B di serie D maschile

La ASD Nava Gioia avanti di 2 set perde la continuità e concede al Modugno la vittoria al tie break

Il giovane sestetto gioiese evidenzia i limiti dell’inesperienza ed incassa la prima sconfitta interna stagionale, terza consecutiva

Volley
Gioia del colle venerdì 01 dicembre 2017
di Francesco Pavone
ASD Nava Gioia
ASD Nava Gioia © Liuzzi foto

Il settimo turno del girone B di serie D maschile poneva di fronte la ASD Nava Gioia, al rientro sul parquet di casa del Pala Capurso dopo le trasferte infruttuosedi Trinitapoli e Ruvo, ed il Modugno. Il sestetto gioiese capitanato da Pietro De Simone contava di riavviare il trend vincente di inizio stagione.

Le intenzioni parevano trovare conferma nell’avvio positivo e concreto del 1° set dato il gioco concreto in ogni fondamentale che portava al successo per 25-16 (errore avversario di D’Agostino).

Nel secondo set l’avvio era di marca mdugnese (3-7 Straziota da posto 3); tuttavia il Gioia reagiva e dopo aver conquistato la parità (15-15 con Nitti) allungava perentoriamente, sfruttando il gioco di banda ed il servizio, per arrivare a condurre 20-16 (Gianmarco Laterza da posto 2). Il Modugno non riusciva a rientrare nel set che era, invece chiuso dal Gioia sul 25-20 (grazie ad un attacco di Tagarelli, diagonale stretta da posto 4).

Il 2-0 rinfrancava il Gioia che dopo una fase iniziale equilibrata (8-8 De simone in veloce dal centro) nel terzo set si portava a condurre (14-12; Faienza bolck out su Straziota da posto 3) e manteneva la leadership del gioco e del punteggio fino al 16-16 (parità ospite di Straziota).

Da qui aseguire vi era una netta “verticale negativa di rendimento” di Nitti e compagni che lasciavano strada al Modugno. La squadra ospite concretizzva il dimezzamento dello svantaggio con il 25-19 chiuso da Tisci (attacco da posto 2).

Il quarto set vedeva proseguire il trend negativo gioiese dato che il Modugno si avviava, da subito 11-6 (ace di Lapietra) a condurre e non cedeva più la guida della partita fino al 25-16 (arrivato con un errore d’attacco gioiese). Il 2-2 rendeva impalpabile la presenza agonistica dei giovani gioiesi in campo che nel tie break non ritrovavano alcuna dinamica di gioco apprezzabile e davano modo, ad un Modugno semplicemente ordinato, di vincere il set per 15-8 (muro di Ventrella) e la partita 3-2.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette