Parlano i protagonisti

La Gioiella Micromilk Volley Gioia costringe la Scarabeo Roma a gara 3 nei quarti di finale play off

Manuele Marchiani e Cesare Casulli, palleggiatore e libero del team gioiese, commentano il “forte “ tie break vincente

Volley
Gioia del colle martedì 10 aprile 2018
di Francesco Pavone
Manuele Marchiani
Manuele Marchiani © Angela Mastromarino

Manuele Marchiani e Cesare Casulli, protagonisti preziosi del tie break al cardiopalmo che ha portato in maniera entusiasmante il Gioia a gara 3 nei quarti di finale play off contro Roma, esaminano il match

Partiamo dal regista Manuele Marchiani

“Già a Roma- esordisce Manuele Marchiani- avevamo messo in seria difficoltà il sestetto romano che, se è vero che ha vinto numericamente per 3-1, lo ha fatto sul filo di lana. Lo dimostra la differenza minima di 1 punto nel computo totale(96-95 ndr). In pratica-afferma il regista della Gioiella Micromilk- ci sono state due palle a set di differenza. In casa invece-prosegue- abbiamo giocato una partita intensa costringendoli all’errore e chiudendo il loro atleta di maggior riferimento, Padura Diaz, sia a muro che in difesa; quindi abbiamo gestito bene il gioco con palla alta e il nostro muro non ha dato scampo ai loro attacchi. Loro erano venuti qui per chiudere il discorso qualificazione, merito nostro se non ci sono riusciti. A Roma-conclude Manuele Marchiani- sarà un’altra battaglia, siamo consapevoli di affrontare un avversario di alto tenore ma siamo anche certi che deremo il massimo senza vincoli di sorta. Il rischio è tutto il loro e noi cercheremo di capitane le eventuali mancanze per continuare a sognare, ci proveremo con forza”. Cesare Casulli

“Queste sono partite- ammette Cesare Casulli- in cui non puoi né deve fare tatticismi, le devi giocare intensamente dalla prima all’ultima palla con forza, tecnica e determinazione. Qui in casa abbiamo tenuto altissima la nostra concentrazione il ritorno prepotente- sottolinea- nel quinto set allorquando abbiamo azzerato il loro ampio vantaggio(da 8-13 a 13-13 ndr) abbiamo praticamente rotto in maniera irrecuperabile la loro tenuta mentale e quindi ci abbiamo creduto fino in fondo vincendo una gara intensa ed importante. A Roma- evidenzia Cesare Casulli- loro che già qui a Gioia hanno giocato una gara di alto spessore si ripeteranno e noi dobbiamo essere bravi a tenerli, palla su palla, non abbiamo nulla da perdere , dobbiamo- conclude Cesare Casulli- affrontarli a viso aperto senza alcun timore reverenziale”.


Lascia il tuo commento
commenti