Parlano i protagonisti

Bentornato Sandro, la panchina Real è tua

In casa Gioiella G.d.C. si è sciolto finalmente il nodo allenatore

Volley
Gioia del colle martedì 10 luglio 2018
di Gianluca Falcone
Sandro Passaro
Sandro Passaro © Maria Elena Pagetta

In casa Gioiella G.d.C. si è sciolto finalmente il nodo allenatore.
Il presidente Nino Giordano, infatti, dopo attente valutazioni compiute assieme al direttore sportivo Josè Matheus, ha individuato in Sandro Passaro il profilo di tecnico giusto a cui affidare il nuovo corso biancorosso targato 2018/2019.

Reduce dall’esperienza di Aversa come assistant coach di Pasquale Bosco, Sandro torna a Gioia con un ruolo diverso (nella stagione 2014/2015 è stato palleggiatore del Real, in B2), carico e motivato ad iniziare la sua prima avventura da “primo” nella serie cadetta.
Come si evince dal suo curriculum, dopo tanta pallavolo giocata sui maggiori campi di serie B e A2, il suo carisma e la sua approfondita conoscenza della disciplina lo hanno lanciato, sin da subito, nella carriera di allenatore, tanto da diventare responsabile del settore giovanile della Lauria Volley, dal 2015 al 2017.

Oltre all’indoor, con la società Beach Talents ha conquistato due scudetti U21/M sulla sabbia, guidando al trionfo tricolore le coppie Mazzotta-Latorre (2014) e Laganà-Sette F. (2015).
Il suo brillante lavoro, svolto, infine, nella cittadina normanna, non è passato inosservato. Il quartier generale del Real si è deciso a puntare forte su di Lui, consegnandogli un’opportunità unica ed irripetibile.

Visibilmente emozionato, il tecnico di Mesagne ha parlato così ai nostri microfoni:
È un’immensa gioia, per me, ricevere un incarico così prestigioso – le sue prime parole -. Sono legato a questa città da un vincolo speciale, che mi riempie di motivazioni e stimoli in vista dell’esperienza che mi accingo a vivere sulla panchina del Real. Con grande piacere, ritrovo Vincenzo Masi come collaboratore. Sono sicuro che potremo fare un bel lavoro nel corso del prossimo campionato, che si preannuncia di alto livello e fortemente competitivo – ci spiega -. Mi sento in dovere di ringraziare il presidente Giordano e il direttore sportivo Matheus per la fiducia accordatami. Cercherò di ripagarla attraverso l’impegno, il sacrificio e la massima dedizione alla causa biancorossa – continua -. Gli insegnamenti del mister Bosco mi serviranno tantissimo in questa nuova avventura. Non smetterò mai di essergli grato, rappresenta un maestro per me. Obiettivi? È ancora presto per parlarne, li scopriremo solo vivendo. Una cosa è certa: tutti daremo il massimo per regalare belle soddisfazioni al caloroso pubblico di Gioia del Colle!“.

Lascia il tuo commento
commenti