DUE PIANI DI INCENTIVAZIONE ALL’ESODO PER I 31 DIPENDENTI DEL PUNTO VENDITA COOP DI GIOIA DEL COLLE

Stefania Lunare LiveYou - Attualità
Gioia del Colle - venerdì 19 gennaio 2018


Per i lavoratori, un incentivo all’esodo o il diritto di precedenza per la ricollocazione nella stessa unità produttiva o in altri punti vendita di Puglia e Basilicata.

Accordo raggiunto tra la COOP ALLEANZA 3.0, le sigle sindacali di FISASCAT CISL, FILCAMS CGIL, UILTUCS UIL e la rappresentanza sindacale aziendale, dopo la procedura di licenziamento collettivo di 31 lavoratori in seguito alla chiusura del punto vendita Coop di Gioia del Colle.

In attesa del riavvio dell’attività commerciale, che potrebbe avere seguito al programma integrato di rigenerazione urbana (PIRU) per il quale Coop si impegna a presentare domanda, i 29 dipendenti (ad esclusione del Direttore di punto vendita e dell’allievo capo reparto) potranno scegliere entro il 22 gennaio prossimo di aderire a due piani differenti di incentivazione all’esodo:

  • Incentivo all’esodo di 20mila € per il full time, previa sottoscrizione di un accordo di transizione e riconciliazione individuale con rinuncia all’impugnazione del provvedimento di licenziamento;
  • Accordo di transizione e conciliazione individuale a fronte dell’estensione a 24 mesi del diritto di precedenza alle medesime condizioni economiche e contrattuali di lavoro per l’unità produttiva di Gioia del Colle o a tempo indeterminato per gli altri punti vendita di Puglia e Basilicata.

Fino al 15 luglio 2018, i lavoratori che avranno aderito alla seconda modalità, potranno comunque richiedere l’adesione al primo piano di incentivazione all’esodo. Dal 16 luglio, invece, l’importo dell’incentivo all’esodo sarà ridotto del 50%.

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti