Comunicato stampa

Regolamento per l’uso e gestione degli impianti sportivi comunali

La Consulta dello Sport ha offerto il suo importante contributo nella realizzazione di questo documento fondamentale, che renderà equo e ben regolamentato l’accesso agli impianti sportivi della nostra città

Attualità
Gioia del colle lunedì 29 marzo 2021
di La Redazione
sport
sport © n.c.

Si è finalmente concluso l’iter che ha portato all’approvazione del “Regolamento per l’uso e gestione degli impianti sportivi comunali” nel corso della seduta del Consiglio Comunale di Gioia del Colle dello scorso 18 marzo.

La Consulta dello Sport ha offerto il suo importante contributo nella realizzazione di questo documento fondamentale, che renderà equo e ben regolamentato l’accesso agli impianti sportivi della nostra città.

L’ascolto prestato dall’Amministrazione Mastrangelo alle istanze, proposte e necessità dei rappresentanti delle diverse discipline gioiesi ha permesso la strutturazione di una serie di principi, conformi alle regole stabilite dal C.O.N.I., che avranno la funzione di orientare, in maniera precisa e puntuale, le future programmazioni delle realtà sportive, nell’ottica di un’importante crescita formativa.

Tra le varie proposte portate all’attenzione dell’attuale Amministrazione, notevole rilevanza ha assunto quella delle premialità rivolte alle Associazioni impegnate nella diffusione dell’attività sportiva - settore under 18 e alle Associazioni che operano con i diversamente abili.

Tutto questo è stato possibile realizzarlo grazie al lavoro e alla stretta collaborazione con l’Assessore allo Sport Giuseppe Gallo che, con una serie di interventi volti a migliorare e a riqualificare le strutture sportive del territorio, ha dimostrato finora una notevole sensibilità per il mondo dello sport gioiese, riconoscendo anche una grande importanza alla Consulta nei processi decisionali.

Il nuovo Regolamento garantirà a tutte le Associazioni Sportive, iscritte al ”Registro delle realtà associative sportive del territorio,un trattamento equo e paritario ed un’offerta di sport ampia e rispettosa delle norme che nedisciplinano la materia.

Nei primi mesi del 2019, la Consulta dello Sport si è adoperata ai finidellarealizzazione del “Registro delle realtà associative sportive del territorio”, approvato in Consiglio Comunale neldicembre 2019.

Questo documento, che ha dato un inquadramento ben definito ed inequivocabile al mondo sportivo gioiese, è stato l’atto propedeutico al nuovo “Regolamento per l’uso e gestione degli impianti sportivi comunali”, di cui ne è parte integrante.

 

Inoltre, sempre nel 2019, la Consulta dello Sport ha coinvolto ed ottenuto l’adesione di quasi la totalità delle associazioni sportive gioiesi in un progetto chiamato “I doni dello sport”, finalizzato alla distribuzione di 25 voucher che hanno consentito lo svolgimento di un anno di attività formativa gratuita a ragazzi e ragazze appartenenti a famiglie bisognose del territorio.

Purtroppo, la pandemia ha fermato una serie di eventi sportivi programmati per il 2020 con le associazioni sportive del territorio e rivolti agli studenti degli istituti scolastici gioiesi. Gli stessi saranno riproposti non appena si riscontreranno le condizioni per farlo.

Il 2020, però, non ha fermato le attività della Consulta.

Al contrario ha suscitato, nei suoi componenti, la voglia di pensare alle migliori soluzioni per la ripresa delle attività sportive da parte delle associazioni che, con grandi sacrifici, hanno cercato di offrire ai giovani un servizio svolto in sicurezza applicando,oltre ai Protocolli imposti dalle proprie Federazioni sportive,uno aggiuntivo suggerito dalla Consulta ed applicato in tutte le strutture sportive comunali. 

L’attenzione non è stata unicamente rivolta alle attività sportive svolte nelle palestre scolastiche, nei palazzetti e nei campi sportivi, ma, con altrettanto entusiasmo,anche a quelle non utilizzatrici degli spazi menzionati - associazioni di ciclistica e running -che sul territorio operano coinvolgendo un’ampia fascia di sportivi.

Con esse si stanno valutando progettualità volte alla ricerca di percorsi sulla cintura del nostro territorio, che possano migliorare l’offerta sportiva per gli associati e per tutti i cittadini che liberamente praticano le discipline in questione.

Il mondo dello sport è uno dei settori che sta soffrendo maggiormente in questo periodo.

Le attività sportive di base sono ferme da Marzo 2020 mentre l’agonismo fa fatica ad organizzarsi ed a riprendere a pieno regime.

In questa situazione di paura ed incertezza, i nostri giovani sono quelli che stanno pagando il prezzo più alto perché sono stati privati anche dei benefici derivanti dalla funzione sociale ed educativa dello sport.

L’impegno della Consulta è rivolto a tutti i giovani, che devono tornare a fare sport in sicurezza, a riprendere in mano la loro vita, i loro sogni ed il loro futuro!

Lascia il tuo commento
commenti