Confraternita SS. Rosario

San Domenico, dopo l’elettrificazione delle campane arriva il restauro di una tela del XVII secolo

In occasione della Santa Pasqua, come avviene da diversi anni, la nostra Confraternita lancerà la lotteria di Pasqua 2019, il cui ricavato servirà a sostenere proprio quest’ultimo impegno

Attualità
Gioia del colle venerdì 01 marzo 2019
di Confraternita SS. Rosario
Chiesa San Domenico: quadro da restaurare
Chiesa San Domenico: quadro da restaurare © Confraternita SS. Rosario

Comunicato stampa:

Per un progetto che va in porto, un altro viene avviato, quanto basta per mettere sotto i riflettori la nostra piccola chiesa, diventata in questi ultimi anni un cuore pulsante di iniziative. Tante sono state quelle portate a termine dalle amministrazioni precedenti, già due quelle concretizzate dal nuovo consiglio direttivo della Confraternita del SS. Rosario, ora guidato dal giovane presidente Francesco Tuseo-Ferrer. Il primo dei traguardi è quello dell’elettrificazione delle campane, che già da giovedì scorso la ditta Belltron di Colonnello (TE), da noi scelta per l’installazione del sistema elettronico-computerizzato, ha consegnato i lavori. Lavori che saranno presentati a margine di una cerimonia ufficiale, durante la quale daremo lustro, come giusto che sia, a coloro i quali ci hanno sostenuto per rendere fattibile questo progetto. E per un programma che si chiude, un altro se ne apre e questo con profonda gioia lo partecipiamo immediatamente alla città, visto che lunedì scorso il Rotary Club Acquaviva – Gioia, per bocca del suo presidente, Dott. Marzio Pastore, ci ha comunicato di aver accolto la nostra istanza per il restauro di una tela del XVII secolo, presente sulla parete laterale del presbiterio di San Domenico, sottoposta alla scrupolosa valutazione dell’Arch. Angela Rossi, socio del sodalizio rotariano.

“Richiesta, quella giunta dalla Confraternita del SS. Rosario – chiosa il presidente pro tempore del Rotary Club Acquaviva-Gioia – che ho fatto subito mia e che ho partecipato prontamente al consiglio direttivo del mio Club. Idea di restauro che, nonostante un notevole impegno economico, ha ricevuto l’assenso del consiglio direttivo del Rotary e di tutti i soci rotariani del Club Acquaviva-Gioia, perché ritenuto un service che lascerà nel tempo un segno tangibile della presenza del Rotary nel territorio”.

“Gesto filantropico che ci riempie di gioia – ammette Francesco Tuseo-Ferrer, presidente della Confraternita –, perché in perfetta continuità con i direttivi che ci hanno preceduto, stiamo abbellendo sempre più la nostra rettoria. Quindi, un motivo in più per partecipare alla città e soprattutto ai fedeli che ci sono vicini, la già avvenuta elettrificazione delle campane. Circa la tela da restaurare (a giorni sarà avviato l’iter burocratico), si prevede per giugno il ritorno in San Domenico del quadro raffigurante la Madonna del Rosario, delimitata dai medaglioni dei misteri. E per quest’ultimo intervento, mi preme esprimere il più sentito ringraziamento al Rotary Club Acquaviva-Gioia, in special modo al presidente dott. Marzio Pastore, al Consiglio direttivo e tutti i soci del Club, per aver accolto la nostra richiesta.

Tornando al progetto di elettrificazione delle campane, già realizzato, è giusto ricordare che, in occasione della Santa Pasqua, come avviene da diversi anni, la nostra Confraternita lancerà la lotteria di Pasqua 2019, il cui ricavato servirà a sostenere proprio quest’ultimo impegno. Grazie a tutti!

Lascia il tuo commento
commenti