Città metropolitana

L’identità metropolitana disegnata dai “giovani talenti”

Si è conclusa nel Museo archeologico di Santa Scolastica la due giorni dell’Evento Zero, promosso dalla Città metropolitana

Attualità
Gioia del colle venerdì 13 settembre 2019
di La Redazione
L’identità metropolitana disegnata dai “giovani talenti”
L’identità metropolitana disegnata dai “giovani talenti” © Città Metropolitana di Bari

Due giornate intense di dibattiti, confronti e riflessioni, oltre ottanta giovani coinvolti, cinque tavoli di lavoro, duecento domande di iscrizione pervenute e l’impegno a continuare ad offrire il proprio contributo su temi, progetti e visioni future nel corso del percorso partecipativo della pianificazione strategica.

Sono, in sintesi, i numeri dell'Evento Zero, l’iniziativa che ha dato avvio alle attività del Tavolo dei talenti e delle giovani generazioni, promosso dalla Città Metropolitana di Bari nell'ambito di Bari20>30, il processo di pianificazione strategica dell'Ente.

L’iniziativa rientra nel progetto ANCI Metropoli Strategiche, finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, ed è finalizzata alla definizione delle azioni strategiche per la prossima programmazione europea 2021- 2027.

"Giovani talenti", provenienti da tutti i Comuni del territorio metropolitano, sono stati chiamati a disegnare il Piano Strategico Metropolitano attraverso una call aperta a cittadini di età compresa fra i 16 e i 30 anni e a professionisti under 40, promossa dalla Città Metropolitana. Quasi duecento sono state le domande di adesione pervenute e ottanta i giovani selezionati per partecipare a questo primo evento di lancio. Le iscrizioni al Tavolo dei Talenti e delle Nuove Generazioni restano, comunque, sempre aperte proprio per dare la possibilità a tutti gli interessati di partecipare alle prossime iniziative, tramite il link: http://pianostrategico.cittametropolitana.ba.it/partecipazione/.

Nel corso della due giorni dell’evento, i giovani hanno lavoro in cinque gruppi divisi per tematiche, guidati da altrettanti “facilitatori”: Lavoro e Giovani, Innovazione Sociale e Conoscenza, Bellezza e Attrattività del Territorio, Qualità della Vita e dell'Ambiente. All’esito degli incontri sono stati presentati i primi macro-temi che dovranno caratterizzare il Piano strategico metropolitano.

Tra le priorità è emersa la necessità di mettere a sistema le politiche di valorizzazione del territorio per generare economie indotte, sviluppare un’identità metropolitana attraverso più cooperazione, continuità e contaminazione fra territori e dare impulso ad una strategia armonica e corale per potenziare i poli di innovazione sociale e conoscenza già attivi nei territori. Sul fronte occupazionale, si devono creare le condizioni per dare la possibilità ai giovani di scegliere se restare nella propria terra o tornare, ma anche istituire luoghi di incontro e di riferimento tra professionisti, comunità e bisogni del territorio ed offrire più opportunità di formazione e orientamento.

I prossimi appuntamenti del Tavolo dei Talenti sono previsti ad ottobre con i percorsi di formazione mirata.

Lascia il tuo commento
commenti