Comunicato stampa

Gioia in festa per la Madonna del Rosario

Una festa sempre particolarmente vissuta e partecipata dai fedeli gioiesi che hanno manifestato la loro venerazione partecipando in gran numero

Attualità
Gioia del colle giovedì 10 ottobre 2019
di Confraternita SS. Rosario
Gioia in festa per la Madonna del Rosario
Gioia in festa per la Madonna del Rosario © Mario Di Giuseppe

Anche quest’anno è calato il sipario sulla festa della Madonna del Rosario. I commenti e le attestazioni di gradimento che si sono susseguiti a conclusione della tre giorni di festeggiamenti hanno riempito di orgoglio e soddisfazione tutta la Confraternita, presieduta da Francesco Tuseo-Ferrer che insieme a tutti gli associati, come ogni anno, ha lavorato con grande impegno e abnegazione per la riuscita dell’evento.

Grande è stata la partecipazione dei fedeli sia alla novena che al Triduo solenne predicato da don Felice Iacobellis, parroco gioiese che esercita la cura pastorale in San Nicola di Bari ad Adelfia. “Continuando sulla strada intrapresa lo scorso anno - dichiara Tuseo-Ferrer – abbiamo invitato un parroco gioiese che porta nel cuore il nostro territorio, le nostre tradizioni e conosce bene la devozione del paese alla Madonna del Rosario”. Gli eventi che hanno accompagnato questi tre giorni di intensa preghiera sono stati colmi di emozioni, incontri e riflessioni. Basti ricordare la benedizione del dipinto olio su tela raffigurante Cristo Crocifisso, realizzato dal pittore Sergio Gatti in memoria della sorella Rosaria, donato alla Confraternita e che presto verrà esposto in chiesa; o la celebrazione che ha visto la partecipazione della Signora Lucia Antonicelli (vedova di un nostro ex confratello), in occasione del suo centesimo compleanno.

Una festa sempre particolarmente vissuta e partecipata dai fedeli gioiesi che hanno manifestato la loro venerazione partecipando in gran numero sia alla processione svoltasi nella mattinata di domenica 6 ottobre a seguito della Messa Solenne celebrata dal Padre Spirituale don Tonino Posa che allaSanta Messa della sera celebrata da Mons. Domenico Ciavarella. Un attaccamento e un affetto che i devoti alla Madonna del Rosario praticano per tutto il mese di ottobre accogliendo in casa propria un quadro della Madonna, portato in pellegrinaggio dalla Confraternita, intorno al quale recitare il Santo Rosario. “Una realtà - racconta il Priore - ormai radicata nel nostro paese da 10 anni per la quale dobbiamo ringraziare Don Tonino che ci ha donato l’ispirazione e la grinta per metterla in pratica”.

Ad incorniciare la piccola chiesa di San Domenico, luogo dei riti religiosi, un grande rosone illuminato che ha accolto i cittadini per tutta la durata della festa ed ha fatto da sfondo alle esibizioni concertistiche di alto livello che hanno arricchito il programma. A partire dal pomeriggio di sabato 5 ottobre, infatti, i gioiesi hanno potuto godere della “Bassa musica” che si è esibita per le vie cittadine, per continuare nella serata di sabato con il concerto del “Mario Rosini Trio”, svoltosi nel chiostro del palazzo municipale. Domenica, invece,la “Banda Paolo Falcicchio” ha fatto sfoggio della sua maestria nota ovunque sia nell’accompagnare la processione mattutina sia nell’allietare la serata.

I fuochi d’artificio hanno chiuso la festa che, come da tradizione, ha ospitato una piccola pesca di beneficenza organizzata da alcuni associati della Confraternita per raccogliere risorse da donare a famiglie bisognose. La festa della Madonna del Rosario, grazie all’opera di tutti i confratelli e le consorelle, riserva sempre grandi emozioni cercando di valorizzare e rendere protagonisti tutti coloro che si accostano ad essa; con questo spirito, sono stati donati da parte della congrega degli attestati di riconoscimento al pittore Sergio Gatti, al parroco don Felice Iacobellis e a Monsignor Ciavarella.

“Sicuramente l’impegno di tutti ha dato i suoi frutti- dichiara Francesco Tuseo-Ferrer- e, dopo giorni di duro lavoro sento il dovere di manifestare il mio sentito ringraziamento ai confratelli e alle consorelle di buona volontà che si sono impegnati per la realizzazione della festa con spirito fraterno e nella pura devozione alla Madonna. Un grazie particolare per la preziosa collaborazione – conclude –all’intera amministrazione comunale, alle Confraternite gioiesi e non, a tutti coloro che hanno collaborato per garantire la sicurezza, ai tantissimi sponsor e a tutti i cittadini che non ci fanno mancare il loro sostegno”.

Lascia il tuo commento
commenti