Comunicato stampa

Premio Realnart: oggi 16 febbraio i vincitori della sezione «Opere»

Le finaliste sono state selezionate sulle 105 partecipanti al concorso dal comitato scientifico composto da Luca Borriello, Pierluca Cetera e Giuliana Schiavone, in totale anonimato

Attualità
Gioia del colle domenica 16 febbraio 2020
di La Redazione
Gianfranco Nicastri.
Gianfranco Nicastri. © UFFICIO STAMPA PREMIO REALNART

Saranno proclamati oggi, domenica 16 febbraio, nella Galleria Nartist di via Mazzini 29 (ore 18.00) i vincitori della sezione «Opere» del premio Realnart, il concept ideato e fondato da Gianfranco Nicastri. Saranno premiati il talent scout, ovvero il cittadino che scommettendo su un artista gli ha commissionato un’opera su tela Nartist e l’ha candidata al premio diventando un moderno mecenate e lo stesso artista. In palio c’è un montepremi di 900 euro, messo a disposizione in collaborazione con l’azienda Gioiella.

L’opera vincitrice sarà scelta tra le 17 opere finaliste che sono in mostra in questi giorni presso la galleria Nartist (tutti i giorni, ore 16-20, o su appuntamento).

Le finaliste sono state selezionate sulle 105 partecipanti al concorso dal comitato scientifico composto da Luca Borriello, Pierluca Cetera e Giuliana Schiavone, in totale anonimato. Gli esperti avevano a disposizione infatti solo foto e titoli.

I talent scout che hanno candidato le opere sono 13 e precisamente: Nicola Resta talent scout di Giuseppe Marinelli; Giovanni Solazzo talent scout di Stefano Capozzo; Docompany International Services LTD, talent scout di Anna Santovito, Stefano Capozzo, Luisa Valenzano e Claudia Resta; Carmela Genco talent scout di Antonella Lozito; Mario Anelli talent scout di Filippo Maria Cazzolla; Nilla De Santis talent scout di Maria Sportelli; Gianni Pepe talent scout di Angela Lomele; Teresa Amatulli talent scout di Paolo Bizzoco; Linda Lillo talent scout di Alessandro D’Angelo; Claudio Santorelli talent scout di Laura Castellano e Angela Matarrese; Donato Raspatelli talent scout di Roberto De Fano, Stefano Bellapianta talent scout di Daniela Vitelli.

Intanto domenica 9 febbraio, nella serata inaugurale della mostra è stato consegnato il Montepremi di 3.600 euro (1.800 euro a testa) ai due progetti vincitori della sezione Progetti: l’associazione Palio delle Botti, rappresentata da Claudio Santorelli, e l’associazione Controvento, rappresentata da Giovanna Covella e Carla Angelillo.

Il Premio Realnart è un concorso rivoluzionario che premia l’amore per l’arte e per la propria città trasformando ogni cittadino in un moderno Mecenate grazie ad un nuovo modello di raccolta fondi e distribuzione del valore a sostegno del territorio e dello sviluppo condiviso e partecipativo che è stato definito «Mecenatismo Collaborativo 4.0».

Il Premio, in questa edizione sperimentale locale, ha avuto il patrocinio del Comune di Gioia del Colle.


Premio Realnart, scheda dei progetti selezionati

Progetto «Palio delle Botti». L’associazione Palio delle Botti ha candidato al Premio Realnart l’omonima manifestazione organizzata dall’associazione. L’evento, generalmente collocato nella prima settimana di agosto, è un contenitore culturale dove confluiscono sia attività di promozione locale (vino, olio, mozzarella), sia turistica (attraverso spettacoli e convegni medievali all’interno del castello) con scopo divulgativo di prodotti tipici e attività del territorio. La manifestazione, inoltre, attraverso progetti scolastici mirati, coinvolge attivamente le scuole e la cittadinanza. Il «Palio delle Botti» è associato alla sagra del vino primitivo, il cui scopo è quello di riappropriarsi di un’identità territoriale sottratta e dimenticata nel tempo che mira alla valorizzazione del vino primitivo, degli artisti locali, del nome di Gioia del Colle, del comparto alberghiero e gastronomico, con una progettualità mirata a far accrescere nel tempo la visibilità locale.

Progetto «Ti racconto una storia di Gioia del Colle». L’associazione Controvento ha candidato al Premio RealNart il progetto «Ti racconto una storia di Gioia del Colle», attività culturale e ricreativa che si svolgerà tra gennaio e giugno 2020. Il progetto prevede incontri formativi e ricreativi per le famiglie. Ogni incontro parte da un racconto riguardante personaggi famosi o luoghi caratteristici di Gioia del Colle, in un sito del territorio attinente alla storia, prosegue attraverso attività ludiche e ricreative (laboratori, giochi, passeggiate) e termina con la condivisione di impressioni e sensazioni, per riscoprire attraverso il confronto, l’appartenenza a una comunità viva e ricca di risorse. Il calendario prevede due incontri mensili, nella prima e terza domenica del mese, in orario pomeridiano in 12 siti del territorio di interesse storico e culturale per un totale di 12 incontri nell’arco di 6 mesi. Lo scopo è quello di aggregare le famiglie in attività di animazione esperienziale che privilegerà il canale della letteratura per bambini per arrivare al racconto di storie e leggende adatte a tutti che riguardano il territorio gioiese. Saranno coinvolte anche famiglie straniere. Gli incontri inoltre favoriranno la conoscenza del paese con particolare interesse per la storia e l’architettura.

Lascia il tuo commento
commenti