Federico II al tempo del Coronavirus

Nuova opera donata alla città dallo scultore Mario Vacca

Opera creata da Vacca immediatamente dopo l’isolamento forzato, nella sua piccola e suggestiva bottega collocata nella zona storica di Gioia del Colle

Attualità
Gioia del colle sabato 20 giugno 2020
di La Redazione
Federico imbavagliato
Federico imbavagliato © Mario Di Giuseppe

Ancora un dono dello scultore gioiese Mario Vacca alla sua città. Questa volta l’artista, sollecitato dalla pandemia scoppiata in seguito all’insorgenza del Coronavirus, si è cimentato nel realizzare un profilo di Federico II, con tanto di “mascherina anticontagio”.

Opera creata da Vacca immediatamente dopo l’isolamento forzato, nella sua piccola e suggestiva bottega collocata nella zona storica di Gioia del Colle.

L’artista, come in altre occasioni, per questa esecuzione ha utilizzato della pietra leccese e come ha già fatto con le tantissime opere già donate alla città, l’ha già collocata sulla parete sud dello slargo esistente in Via Michele Petrera, angolo Via Piottola. Mascherone sormontato dalla scritta “Andrà tutto bene, 2020”, che ricorderà ai posteri un evento che finirà di sicuro nei libri di storia, come lo fu la grande guerra, la nevicata del ’56, il disastro del Vajont 1963, l’alluvione di Firenze 1966, l’epidemia di colera del 1973 e il terremoto dell’Irpinia del 1980.



Lascia il tuo commento
commenti