Intervento dei carabinieri

Da Cerignola a Bari per rubare le autovetture. Due arresti da parte dei Carabinieri

Gli stessi soggetti, erano già stati tratti in arresto in flagranza di reato dai Carabinieri di Bari Picone per un tentativo di furto perpetrato in Triggiano sempre nel mese di aprile

Cronaca
Gioia del colle lunedì 30 agosto 2021
di La Redazione
Carabinieri
Carabinieri © Carabinieri

Nella mattinata odierna, i militari della Stazione Carabinieri di Bari Picone, a conclusione di un’articolata e tempestiva attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Bari, nata per contrastare la recrudescenza del fenomeno dei furti di autovettura perpetrati nel quartiere di Bari Poggiofranco e nelle zone limitrofe, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia di cautelare in carcere emessa dal GIP di Bari nei confronti di M.A, 37enne e C.B. 38enne, provenienti da Cerignola, entrambi già censurati, ed “attivi” nel comune di Bari e nel nord barese.

I militari, dopo un’attenta analisi delle telecamere di sorveglianza della zona ove era stato perpetrato il furto di un’autovettura nel mese di aprile scorso, sono riusciti a identificare gli autori del reato e a ricostruire il loro modus operandi. I due infatti, dopo una prima ricognizione della zona prescelta per il furto e dopo aver individuato l’autovettura di loro interesse tra quelle parcheggiate, riuscivano, in pochissimi secondi, ad aprirla, metterla in moto dopo aver disinserito blocca sterzo e antifurto e a riprendere immediatamente la statale 16 in direzione Foggia.

Gli stessi soggetti, erano già stati tratti in arresto in flagranza di reato dai Carabinieri di Bari Picone per un tentativo di furto perpetrato in Triggiano sempre nel mese di aprile.

L’arresto dei due, che dovranno rispondere di furto aggravato in concorso  costituisce l’esito del certosino lavoro svolto dall’Autorità Giudiziaria e dai Carabinieri,

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 30 agosto 2021 alle 09:03 :

    Tanta fatica per nulla? Ormai non ci dicono più cosa è successo dopo l'arresto, se sono stati denunciati o semplicemente andati agli arresti domiciliari e quindi tra un po' ce li ritroviamo sotto casa a rubare di nuovo. Rispondi a Maria P.