Personale di pittura e disegno

"A nudo" di Egidio Patarino

Curata da Mariarosaria Ripa la personale accoglie le opere realizzate dall’artista pugliese, con la sua inconfondibile impronta

Cultura
Gioia del colle giovedì 20 dicembre 2018
di La Redazione
"A nudo" di Egidio Patarino © n.c.

Da sabato 22 dicembre (con una anteprima il 21 per la stampa e le autorità) nella ex Chiesa della Maddalena a Gioia del Colle, ospiterà le opere dell'architetto Egidio Patarino.

Curata da Mariarosaria Ripa la personale (fino al 2 febbraio 2019) accoglie le opere realizzate dall’artista pugliese, con la sua inconfondibile impronta: soggetti sospesi sullo sfondo coloratissimo, etereo e chiassoso, di vita, di segni e di materia, di citazioni che convivono in un insieme curioso e sempre nuovo.

Nella personale che nella ex chiesa della Maddalena presenta, i temi dell'arte pittorica di Egidio Patarino e si arricchiscono di nuove dinamiche, di nuova linfa creativa, di una diversa consapevolezza. Alle esperienze iconografiche che lo hanno accompagnato dai suoi esordi, ai cicli di storie e di volti, si aggiunge qui il tema “A Nudo”, nel quale la centralità della ricerca è convogliata nei corpi.

Figure che sembrano voler esorcizzare il fiume in piena delle nostre angosce, dei pensieri ricorrenti e delle nostre domande più profonde… leggere e decise, hanno bisogno di spazi nuovi e orizzonti diversi dal caos che tutto fagocita: si stagliano dunque – con decisione – sulla confusione della quale tuttavia si nutrono.

Patarino sembra chiedersi ed interrogare l’osservatore: quanta forza dobbiamo avere perché questo slancio ci allontani dalla nostra eterna insoddisfazione, quale prepotenza vuole il nostro io per vivere con passione e lasciare memoria del nostro presente?

Nelle opere che l'ex chiesa della Maddalena raccoglie per la prima volta in una presentazione organica, l’esplosione dei colori appare ora più misurata, accompagnata da tecniche in armonia perfetta tra loro che preparano il terreno a questi protagonisti silenziosi, dinamici ed armoniosi, consapevoli che il messaggio che trasmettono è lo stesso che risiede nell’inconscio profondo di ognuno. C’è una storia che inizia con uno strappo ci dice l'artista, tutto nasce da uno strappo, un gesto carico di significati, scardinare la realtà al fine di ricostruire una scenografia per il teatro dell’umanità.

Patarino assorbe le dinamiche della storia dell’arte restituendole in un continuo principio di citazione, utilizza il linguaggio del passato modificandolo dall’interno: imparare il presente attraverso il passato. A seguito di questa esperienza, si dedica completamente ai ritratti, una ricerca che prende le forme di un’ossessione, oltre dieci anni di sequenze di racconto dedicati allo studio dell’identità in divenire, in un divenire -social- . Le forme di un’ossessione che non risparmia nessuno.

Con “A Nudo” l’artista ritorna sul linguaggio dei corpi con una forte connotazione erotica, i corpi nudi, aggrovigliati, intimi, silenziosi, convulsi nella rappresentazione e materici negli strappi. Patarino, con un attento e lungo procedimento, spoglia i corpi ma anche le tecniche che caratterizzano la propria cifra stilistica, il collage svanisce quasi del tutto, emergono colori fin ora mai utilizzati, per sottrazione, aspira alla pura realizzazione del segno.

“Immagino i corpi bagnati dalla pioggia” il corpo come spettacolo continuo e vero simulacro della realtà concepita come immagine, ma la sua pittura s’incammina verso sentieri che si addentrano nell’incerto panorama della psiche. Patarino rifiuta l’erotismo confezionato secondo i dettami pubblicitari di una società del consumo, la sua idea di eros non appaga, è un’inquietudine che si appropria dei corpi e dello spettatore che osserva l’opera.

I corpi si abbandonano l’uno sull’altro nello strazio di un’identità smarrita. E’ uno strappo, il congelamento di un istante con una tensione erotica disperata.

Media Partner LSDmagazine.

Orario di apertura 17,30 /20,30.

Per informazioni Mariarosaria Ripa lipominus@gmail.com Tel. 328 8733658. Ingresso gratuito.


Lascia il tuo commento
commenti