Comunicato stampa

Scuola in presenza tra Green Pass, precauzioni e quarta ondata

Angiola: "È impensabile che la macchina scolastica regga l'urto della quarta ondata sulla base del solo controllo dei Green Pass"

Politica
Gioia del colle lunedì 30 agosto 2021
di La Redazione
Nunzio Angiola
Nunzio Angiola © n.c.

Negli ultimi giorni è stata emanato un ulteriore Decreto interministeriale volto a ripartire tra le scuole italiane i 350 milioni previste dal Decreto Sostegni bis, risorse da destinare a spese per l'acquisto di beni e servizi, in relazione all'avvio dell'anno scolastico 2021/2022, per finalità connesse all’esigenza di contenere il rischio epidemiologico da COVID-19. Le somme devono essere destinate a:

“a) acquisto di servizi professionali, di formazione e di assistenza tecnica per la sicurezza nei luoghi di lavoro, per la didattica a distanza e per l'assistenza medico-sanitaria e psicologica nonché di servizi di lavanderia e di rimozione e smaltimento di rifiuti; b) acquisto di dispositivi di protezione, di materiali per l'igiene individuale e degli ambienti nonché di ogni altro materiale, anche di consumo, utilizzabile in relazione all'emergenza epidemiologica da COVID19; c) interventi in favore della didattica degli studenti con disabilità, disturbi specifici di apprendimento e altri bisogni educativi speciali; d) interventi utili a potenziare la didattica, anche a distanza, e a dotare le scuole e gli studenti degli strumenti necessari per la fruizione di modalità didattiche compatibili con la situazione emergenziale nonché a favorire l'inclusione scolastica e ad adottare misure che contrastino la dispersione scolastica; e) acquisto e utilizzo di strumenti editoriali e didattici innovativi; f) adattamento degli spazi interni ed esterni e delle loro dotazioni allo svolgimento dell'attività didattica in condizioni di sicurezza, compresi interventi di piccola manutenzione, di pulizia straordinaria e sanificazione, nonché interventi di realizzazione, adeguamento e manutenzione dei laboratori didattici, delle palestre, di ambienti didattici innovativi, di sistemi di sorveglianza e dell'infrastruttura informatica”.

Sul punto è intervenuto l’on. Nunzio Angiola di Azione, il partito dell’ex Ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda.

“Si tratta di una ulteriore dotazione di risorse rivolte alle scuole di ogni ordine e grado, volte a favorire la ripartenza in sicurezza dell’Anno Scolastico. Noi di Azione abbiamo molto insistito nei confronti del Governo affinché le risorse da destinare a questa finalità fossero commisurate alle effettive necessità”, lo ha affermato l’On. Nunzio Angiola di Azione.

Angiola ha continuato che “sono ben 252 le scuole della provincia di Bari che hanno beneficiato di queste risorse, per un importo complessivo di circa 10.514.000 euro che si aggiungono a circa 8.264.500 euro per affitti, noleggi e lavori per anno scolastico 2021-2022, per le scuole che ne abbiano fatto richiesta”.

Tuttavia, Angiola non rinuncia a spronare il Governo e la Regione. “In Puglia, a due settimane dall’inizio delle lezioni, la fascia di età degli under 19 che ha ricevuto entrambe le dosi è quella con il 31,34%, mentre il 59,93 % ha ricevuto la prima dose. Noi di Azione, abbiamo chiesto al Ministro Bianchi e al Presidente Emiliano di fare il punto sul tema della prevenzione del contagio, sugli impianti di areazione e ventilazione, sui protocolli sul distanziamento fisico, sul calendario degli screening periodici del personale scolastico, per non parlare dei meccanismi di isolamento e sostituzione dei docenti e del personale scolastico in caso di riscontro di sintomi da Covid19. È impensabile che la macchina scolastica regga l'urto della quarta ondata solo sulla base del solo controllo dei Green Pass”, ha concluso Angiola.

Tabelle

0001

Tabelle

0002

 

Tabelle

0003

Tabelle

0004

 

Tabelle

0005

Tabelle

0006

 

Lascia il tuo commento
commenti