Comunicato Stampa

Pro.di.Gio.: “Ambiente e Salute - il racconto della serata”

Pro.di.Gio. da ufficialmente avvio al confronto sui temi che caratterizzeranno la vita amministrativa gioiese dei prossimi anni e lo fa puntando i riflettori su “Ambiente e Salute”

Politica
Gioia del colle sabato 16 marzo 2019
di Ufficio stampa Pro.di.Gio.
Pro.di.Gio.: “Ambiente e Salute - il racconto della serata”
Pro.di.Gio.: “Ambiente e Salute - il racconto della serata” © Pro.di.Gio

Pro.di.Gio. da ufficialmente avvio al confronto sui temi che caratterizzeranno la vita amministrativa gioiese dei prossimi anni e lo fa puntando i riflettori su “Ambiente e Salute”, temi scelti non a caso sia per la loro rilevanza politica che per le vicende giudiziarie che hanno coinvolto l’impianto pilota gestito dalla società ITEA, nel complesso industriale ex Ansaldo.

“La rilevanza dei temi legati all’ambiente – ha aperto il candidato Sindaco Donato Colacicco – è un monito per quei politici che si prestano a facili strumentalizzazioni, magari anche confondendo ulteriormente i cittadini su alcuni dossier delicati”, proprio come quello ITEA. Il caso riguarda la smentita, punto su punto, che il candidato Sindaco di Pro.di.Gio. ha prodotto, carte alla mano, a discapito della ricostruzione fatta in un video dal candidato del centro-destra Mastrangelo.

“Il parere richiesto al Comune di Gioia era solo di carattere urbanistico e riguardava l’idoneità dell’area ad ospitare l’impianto industriale ITEA – sgombra poi il campo da qualsiasi ambiguità, il candidato vice Sindaco, già Assessore all’Urbanistica con la precedente Amministrazione, l’architetto Daniela De Mattia. L’amministrazione ha detto che possono esserci impianti nella zona industriale purché gli stessi siano ‘non nocivi’”. Ed è proprio sulla base della clausola di “non nocività”, - apposta per la prima volta da questa Amministrazione dopo che per anni si erano consumate sperimentazioni con rifiuti speciali, pericolosi e non – che l’ex Sindaco Lucilla e la sua Giunta avevano richiesto alla ASL – silente durante la fase autorizzativa – di scogliere scientificamente ed unilateralmente il nodo dell’impatto che ITEA avrebbe sulla salute dei cittadini.

“L’Amministrazione Lucilla – conclude la De Mattia - appresa l’assenza del parere della ASL, chiede la revoca dell’autorizzazione alla Regione Puglia”, l’Ente firmatario il provvedimento.

“L'inquinamento ambientale impatta direttamente sulla nostra salute – esordisce il biologo Giuseppe Procino, il primo dei candidati Assessori designati da Colacicco, Ricercatore universitario che erediterebbe le deleghe dell’Ambiente, Agricoltura e Sviluppo -

Il programma di Pro.di.Gio.prevede diverse direttrici di intervento:

Con l'istituzione della "CASA DELLA SCIENZA" l'Amministrazione Colacicco intende creare un luogo di divulgazione, approfondimento e discussionesu tematiche di gestione ambientali, ecosostenibilità, sanità pubblica e ciclo dei rifiuti. Questo grazie al coinvolgimento ed interlocuzione di Università, Enti di ricerca ed Enti pubblici territoriali. Questo per permettere all'Amministrazione di prendere decisioni ancora più consapevoli su temi delicati quali ambiente e salute pubblica, e ai cittadini di condividerle sulla base di più solide conoscenze tecnico-scientifiche. Procino ha confermato che in continuità con la precedente Amministrazione, quella Colacicco porterà avanti un programma di sensibilizzazione ai temi ambientali nelle scuole, per formare una generazione di cittadini sempre più sensibili alle tematiche ambientali.

Citando dati dell'ISPRA, Procino ha analizzato le principali fonti di inquinamento ambientale ed i riferimenti legislativi che regolano le soglie limite di tali inquinanti nell'aria. Il colloquio costante dell'Amministrazione Colacicco con la Regione Puglia, l'ARPA l’ASL e l'Osservatorio Epidemiologico Regionale saranno lo strumento per ottenere un quadro chiaro dello stato di salute dell'ambiente e dei cittadini. L’Amministrazione Colacicco si propone di ricucire il rapporto tra Ambiente, sviluppo industriale e qualità della vita.

La seconda direttrice dell'Amministrazione Colacicco sarà infatti quella di continuare la collaborazione con l'ARPA per il monitoraggio della qualità dell'aria dell'ambiente urbanodi Gioia del Colle grazie ad una stazione di Monitoraggio già operante grazie ad un protocollo di intesa sottoscritto durante l'Amministrazione Lucilla. "Per evitare di sottovalutare o sopravvalutare il problema dell'inquinamento ambientale, bisogna valutarlo con metodi rigorosi", afferma Procino. I dati del monitoraggio verranno utilizzati per elaborare misure di mitigazione dell'impatto ambientale dell'inquinamento: 1) studio accurato dei flussi di traffico urbano (tra i responsabili del peggioramento della qualità dell'aria); 2) elaborazione di un adeguato piano del traffico; 3) iniziative per promuovere la mobilità su bici; 4) coinvolgimento dei cittadini in pratiche virtuose di gestione del riscaldamento domestico.

Terza direttrice del programma dell'amministrazione Colacicco sarà la tutela del paesaggio e dell'ambiente extraurbano. Il biologo Procino afferma che proseguiranno le opere di bonifica del territorio da amianto e rifiuti illecitamente abbandonati e proseguirà l'azione di contrasto a queste attività delittuose mediante posizionamento di fototrappole sul territorio extraurbano. Grande attenzione infine sarà tributata dall’Amministrazione ai piani di gestione delle zone protette che includono l'agro gioiese, la zona S.I.C. Murgia Sud-Est e l'istituendo Parco di Lama San Giorgio e Giotta alla cui perimetrazione l'amministrazione Lucilla ha partecipato con un ruolo attivo. In particolare il Dr. Procino ha concluso il suo intervento catturando l'attenzione dei presenti sull'area umida che si è creata nelle vasche di recapito delle acque depurate dall'impianto cittadino e che ha permesso, negli anni, di ricreare un prezioso ecosistema ricco di biodiversità e stazione di sosta per molte e rare specie di uccelli migratori in transito sul nostro territorio. Questo rappresenta esempio unico di rinaturalizzazione dell'ambiente di importanza strategica per la valorizzazione del territorio e promozione del turismo oltre che come laboratorio di osservazione per formare la coscienza ambientale in particolare dei giovani gioiesi.

Lascia il tuo commento
commenti