Comunicato stampa

La Bottega denuncia le inadempienze istituzionali del Presidente del Consiglio Comunale gioiese

La Bottega denuncia alla cittadinanza le mancanze e l'approssimazione con cui il Presidente del Consiglio Comunale intende continuare a gestire una funzione fondamentale per il corretto prosieguo della legislatura

Politica
Gioia del colle sabato 09 novembre 2019
di Ufficio Stampa “Città di tutti – La Bottega”
“Città di tutti – la bottega”
“Città di tutti – la bottega” © “Città di tutti – la bottega”

Comunicato Stampa:

L'associazione Politico Culturale “Città di tutti - La Bottega”, durante il consueto appuntamento settimanale nella sede di via Sanfelice 16 in cui i consiglieri comunali dell'opposizione Milena Pavone, Donato Paradiso e Rosario Milano incontrano i cittadini per recepirne le istanze e aggiornare sui lavori consiliari, ha visto confermate tutte le inadempienze istituzionali perpetrate dal Presidente del Consiglio Comunale Vito Etna e già comunicate nei precedenti incontri. La Bottega denuncia alla cittadinanza le mancanze e l'approssimazione con cui il Presidente del Consiglio Comunale intende continuare a gestire una funzione fondamentale per il corretto prosieguo della legislatura. I lavori stessi del Consiglio Comunale e delle Commissioni che ne approfondiscono i temi in discussione sono sistematicamente ritardati e non correttamente organizzati. Manca un'agenda dei lavori, le informazioni e la documentazione che devono essere consegnati per tempo ai Consiglieri comunali vengono invece forniti all'ultimo momento o mai consegnati. Provvedimenti e inadempienze che pregiudicano l'impegno democratico dei rappresentanti del popolo. È in questo contesto di disordine istituzionale che Vito Etna, Presidente del Consiglio comunale leghista, trova il tempo di pensare e proporre l'affissione nell'aula consiliare di un crocifisso, seguendo le istruzioni del Capitano Salvini. E non si ferma alla sola aula consiliare, luogo sacro si, ma per l'esercizio della democrazia e della riaffermazione laica di tutte le istituzioni dalla Repubblica Italiana; Vito Etna intende imporre tale decisione nelle stanze di lavoro degli impiegati comunali. La Bottega pretende che il Presidente del Consiglio Comunale faccia bene il proprio lavoro e la funzione che ha preteso di esercitare e non di continuare a fare propaganda elettorale.

Uff. Comunicazione “Città di tutti – La Bottega”

Lascia il tuo commento
commenti