Comunicato stampa

Viabilità a Gioia del Colle

Comunicato stampa dell'ufficio comunicazione Città di Tutti – La Bottega

Politica
Gioia del colle giovedì 15 ottobre 2020
di Uff. Comunicazione Città di Tutti – La Bottega
Traffico a Gioia
Traffico a Gioia © “Città di Tutti – La Bottega”

Molti si lamentano che, a differenza dei comuni limitrofi, la nostra è una città morta. Ad una certa ora, molto presto, nessuno in giro a passeggio o a fare shopping e atmosfera mesta. Vero. Ma, per rendere la città più attrattiva per i residenti e per gli auspicati - sinora latitanti - ospiti, sarebbe opportuno, quanto meno, renderla più ordinata e disciplinata. Girando fra marciapiedi deserti e sconnessi e strade oggettivamente rotte (più passa il tempo, nell'inerzia di chi dovrebbe provvedere con atti concreti e non con proclami, e più somiglianti a “carrari” mal messi), con le tetre luci soffuse (e da ultimo, chissà perché, intere vie e piazze – ad intermittenza - interamente al buio per ore), l'unica cosa che riluce di splendore proprio e ruggisce con vigorosa arroganza, alla faccia della triste ritirata di pedoni, mamme con passeggino, e giovani sfaccendati, è un traffico - in determinate ore - assolutamente caotico e sosta selvaggia, sempre, in ogni dove e in alcuni posti in particolare.

Ma chi amministra se lo fa un giro ogni tanto per osservare il delirio di auto parcheggiate sui marciapiedi, in doppia fila nei pressi di esercizi pubblici, che ostruiscono gli accessi per diversamente abili, che deturpano, con la loro asfissiante presenza, monumenti, chiese e i pochi luoghi di ritrovo?

Il tutto, nell'imprecazione di molti, nell'indifferenza di tanti, nella “cecità” di chi dovrebbe provvedere a far rispettare il codice della strada e nell’incomprensibile ”permissivismo” di chi dovrebbe orientare e gestire al meglio la cosa pubblica. Certamente nel laissez faire generale, in assenza di controlli e di una qualsivoglia campagna “educativa” dell'assessorato preposto (chissà chi ha le deleghe al decoro urbano e alla mobilità), i cittadini ci aggiungono del proprio ad aggravare la situazione, già di per sé grave da anni. Contribuisce sicuramente al degrado anche la riduzione degli stalli per parcheggi a disco orario e non, causata dal proliferare indiscriminato, e spesso irrazionale, di dehors e stalli riservati al carico e scarico e degli stalli "riservati" .

Capitolo a parte sono poi i circa 200 stalli riservati ai disabili su cui occorrerebbe capire se utilizzati propriamente o come spesso denunciato impropriamente e l’utilizzo disinvolto del disco orario da parte di alcuni.

Francamente, pur essendo la faccenda non nuova, ci saremmo aspettati da questa nuova amministrazione comunale, molto prodiga nella propaganda (Gioia capitale della ….) e negli annunci, un maggior interesse ad affrontare temi che causano un degrado reale della qualità della vita cittadina e che sono un biglietto da visita non certo allettante per i forestieri. Invece nulla, dopo 16 mesi, inerzia allo stato puro. Come associazione nelle prossime settimane ci faremo promotori di iniziative, anche a livello istituzionale attraverso i consiglieri comunali espressione della Bottega, per sollecitare provvedimenti cogenti ed urgenti sulla mobilità urbana e sui parcheggi, sulla cenerentola del trasporto pubblico, per disincentivare l’uso distorto delle automobili.

Sindaco e Giunta così non di può andare avanti.


Uff. Comunicazione Città di Tutti – La Bottega
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Raffaele Latorrr ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 10:53 :

    Ormai Gioia ha perso definitivamente il suo antico splendore... Peccato Rispondi a Raffaele Latorrr