Associazione culturale Ombre

Rassegna "INDIEsposizioni"

Il progetto INDIEsposizioni costituisce una positiva contaminazione tra il teatro - spazio entro il quale l’associazione opera a Gioia del Colle dal 2009 - e la musica ‘indie’

Spettacolo
Gioia del colle giovedì 28 febbraio 2019
di La Redazione
Teatro Rossini Gioia del Colle
Teatro Rossini Gioia del Colle © n.c.

Venerdì 15 marzo alle ore 21:00 nella splendida cornice del Teatro Rossini di Gioia del Colle, torna INDIEsposizioni, progetto ideato e curato dall’associazione “Ombre”.

INDIEsposizioni è un’iniziativa atta a promuovere la cultura musicale indipendente italiana in contesti alternativi. Rassegne musicali, workshop, presentazioni di libri, proiezioni ed una web radio, in un palinsesto multidisciplinare organico in grado di raccontare la scena musicale indipendente Italiana.

Il progetto INDIEsposizioni costituisce una positiva contaminazione tra il teatro - spazio entro il quale l’associazione opera a Gioia del Colle dal 2009 - e la musica ‘indie’.
L’aspirazione è far incontrare, nell’atmosfera di una sala teatrale, arti e pubblici diversi, favorendo così quella osmotica alchimia di idee, gusti e scoperte che rende l’arte il tempio della magia.

Per il secondo appuntamento di questo percorso, il 15 marzo, avremo come ospite Colapesce in Isola di fuoco con Mario Conte.
Concepito nel 2016 in esclusiva per il Romaeuropa Festival e riproposto 17 Novembre 2018 a Torino, dentro il museo del cinema, Isola di fuoco è un live in cui la forma canzone (intesa qui nella sua complessità letteraria e musicale) incontra le immagini di Vittorio De Seta, padre del documentario italiano.

Isola di fuoco è infatti il titolo del film girato a Stromboli con il quale il compianto regista palermitano fu premiato al festival di Cannes nel 1955.
Non si tratta un live dedicato a questo grande Maestro, che con tanta perspicacia e poesia riuscì a cristallizzare tradizioni, usanze e riti del Sud Italia, ma di un vero e proprio «concerto per visioni» (così lo definisce lo stesso Colapesce) per costruire un dialogo tra parole e immagini, documenti e musica o, forse, tra due modi differenti di narrare la Sicilia e il mondo.

Colapesce, pseudonimo di Lorenzo Urciullo, è uno degli artisti più talentuosi di tutta la generazione di cantautori esplosa all'inizio degli anni Dieci.
A un profondo retaggio relativo alla tradizione melodica e cantautorale italiana ha sempre affiancato una forte passione per il rock d'oltremanica e l'elettronica, con una cura maniacale per gli arrangiamenti. Un siciliano doc cittadino del mondo, un’artista sulla cresta dell’onda seguitissimo da una platea variegata di più generazioni.

I biglietti avranno un costo di 12 euro (10 euro per gruppi di 6 persone)

Lascia il tuo commento
commenti