Teatro in masseria

Peace - War, Drugs & Liver To Pieces, questa sera a Gioia del Colle

La rassegna Admoveo, continuerà nel mese di Gennaio 2020. Appuntamento successivo, venerdì 10 Gennaio con “La Gabbia der Pipino” di Antonio Minelli

Spettacolo
Gioia del colle giovedì 19 dicembre 2019
di La Redazione
Peace - War, Drugs & Liver To Pieces
Peace - War, Drugs & Liver To Pieces © Admoveo

Admoveo approda a Gioia del Colle, presso Masseria Canale a Levante, proponendo una rassegna teatrale all’insegna di un legame autentico tra arte e realtà. Admoveo nasce in terra delle Puglie. Il primo esperimento si svolge nel 2018, a partire dalla Masseria San Nicola, in Putignano, che diviene teatro di incontri culturali, volti alla diffusione della conoscenza attraverso le arti, nonché ad un rinnovamento del rapporto tra attore e spettatore.

Tra le province di Bari, Taranto e Lecce: 3 rassegne, 35 serate, tra musica, danza e teatro, un pubblico variegato e attento ed un buon riscontro della stampa, hanno favorito la nascita di un circuito culturale indipendente, porto, per sempre più numerosi naviganti dell’arte, regionali e nazionali.

Admoveo è muovere verso: il principio di un processo fondamentale, generatore d’un “conflitto” necessario perché Arte vi sia. Arte è Panta rei: mai finisce, ma sempre si rigenera.

Admoveo è una prospettiva, una possibilità di fare teatro, fare arte, senza compromessi.

Giovedì 19 Dicembre, la rassegna teatrale ADMOVEO ritorna a Gioia del Colle, presso Masseria Canale a Levante (Via Vicinale Indellicati, 1812) con PEACE - WAR, DRUGS & LIVER TO PIECES di e con Nicola Eboli, per la regia di Antonio Minelli.

“Sapevamo che il mondo non sarebbe stato più lo stesso. Alcuni risero, altri piansero, i più rimasero in silenzio. Ricordo il verso delle scritture Indù, il Baghavad-Gita. Vishnu tenta di convincere il Principe che dovrebbe compiere il suo dovere e per impressionarlo assume la sua forma dalle molteplici braccia e dice: ‘Adesso sono diventato Morte, il distruttore dei mondi’. Suppongo lo pensammo tutti, in un modo, o nell'altro.” (Da un’intervista a Robert J. Oppenheimer, l’uomo che inventò la bomba atomica, all’indomani del Trinity Explosion).

Un mese dopo, Little Boy e Fat Man venivano sganciate sulle città di Hiroshima e Nagasaki. Da allora, Robert J. Oppenheimer passò alla storia come “dottor morte”. Certo è che Robert J. Oppenheimer diceva bene. Il mondo non sarebbe più stato lo stesso. E neppure la guerra lo sarebbe stata. Le guerre contemporanee sono in definitiva, imprese commerciali, servono a far girare l’economia. Combattute a tavolino da colletti bianchi e l’unico obiettivo che si prefiggono è l’utile. Questo utile, è dato da quelle che sono le due maggiori fonti di reddito per l’ordine mondiale e per quei pochi che ne beneficiano: petrolio e droga.

PEACE parla di guerra vista dal punto di vista della guerra. Musica e voce. Senza commento. Senza sentimento. Senza giudizio.

La rassegna Admoveo, continuerà nel mese di Gennaio 2020. Appuntamento successivo, venerdì 10 Gennaio con “La Gabbia der Pipino” di Antonio Minelli.

La rassegna ADMOVEO – TEATRO IN MASSERIA, è un progetto dell’Associazione Admoveo in collaborazione con Formediterre, con il sostegno di: Panificio Spinelli di Marinelli Antonia (Sammichele di Bari) // Sant’Agata – Macelleria Braceria (Sammichele di Bari) // Cici S.r.l. - Ingrosso e lavorazione carni (Sammichele di Bari).

L’intera rassegna è supportata da AMARUM del Liquorificio Fiume di Putignano.

Inizio spettacoli ore 20.30.

Posti limitati, consigliata la prenotazione:333 1776789/389 5292329 - admoveo@formediterre.it

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/formediterreteatro/

Lascia il tuo commento
commenti