Tabellino e cronaca della gara

La Gioiella colpisce ancora: 3-1 alla Sieco Service

Arrivano altri tre punti fondamentali nella corsa alla vetta del girone. Capitan Kindgard e soci sono terzi in solitaria, a soli due punti dalla capolista Olimpia Bergamo

Volley
Gioia del colle lunedì 05 novembre 2018
di Gianluca Falcone
La Gioiella colpisce ancora: 3-1 alla Sieco Service Ortona
La Gioiella colpisce ancora: 3-1 alla Sieco Service Ortona © New Real Volley Gioia

È inarrestabile la marcia della Gioiella G.d.C. nella pool Blu. Con un’altra prova convincente sul piano del gioco e del carattere, la compagine biancorossa conquista il terzo successo consecutivo, superando un’ostica Sieco Service Ortona sul punteggio finale di 3-1 (21-25, 25-23, 25-23, 25-16). Arrivano altri tre punti fondamentali nella corsa alla vetta del girone. Capitan Kindgard e soci sono terzi in solitaria, a soli due punti dalla capolista Olimpia Bergamo. E così, dopo la perentoria affermazione al PalaBanca di Piacenza e quella di stasera al PalaCapurso, il pubblico gioiese inizia a sognare in grande.

SESTETTI DI PARTENZA – Il mister Sandro Passaro si affida al suo sestetto tipo composto dalla diagonale palleggiatore-opposto targata Kindgard-Prolingheuer, dagli schiacciatori Radziuk e Sideri, dai centrali Sighinolfi e Catena e, per concludere, dal libero Frigo.
Il tecnico Nunzio Lanci schiera A. Lanci in cabina di regia, Marks opposto, Sorrenti e Ogurcak martelli, Menicali e Simoni al centro e, infine, Toscani a difesa del pacchetto arretrato.

LA CRONACA – Pronti via, è subito grande spettacolo al PalaCapurso, con Radziuk e Marks assoluti protagonisti di una serrata lotta punto a punto sino al 7-7. A rompere gli equilibri ci pensa un prezioso break targato Ortona (7-10), che costringe coach Passaro al primo time out tecnico. La Gioiella fatica a sviluppare il proprio gioco, non riesce a placare la vena offensiva dell’opposto avversario (12-16) ed incassa l’ace vincente di Sorrenti (16-21). Il tentativo di rimonta biancorosso arriva troppo tardi (20-22). La Sieco Service fa suo il primo parziale sul definitivo 21-25, grazie al block out di Ogurcak su Radziuk.
Anche nel secondo game si viaggia a ritmi sostenuti ma, questa volta, è la truppa gioiese a prendere il largo. Formidabile a muro con il duo Radziuk-Sighinolfi e pungente al servizio con la jump float di Sideri, la Gioiella vola sul momentaneo 13-8. La Sieco Service non dà segnali di ripresa, capitan Kindgard ne approfitta e sfodera dal cilindro l’ace che vale il +7 sugli ortonesi (16-9). Proprio sul più bello per il Real, la compagine abruzzese trova le forze per riemergere e, con il solito Marks al servizio e Simoni a muro, agguanta la parità (21-21). La contesa resta in bilico sino alla fine (24-23), la risolve Prolingheuer con un mani out di potenza da posto 4 (25-23).

Scambi lunghi ed avvincenti caratterizzano anche il terzo set (8-8). L’ingresso in campo di Margutti dà maggiore sicurezza al reparto difensivo Real, Kindgard non perdona di seconda intenzione (13-11) e giostra al meglio le sue bocche da fuoco, Radziuk (16-12, 18-14) e Prolingheuer (19-14). Il vantaggio racimolato non basta per tenere a bada il ritorno di fiamma della Sieco Service, brava a sfruttare i troppi errori in fase offensiva della Gioiella e ad agguantare la parità sul 23-23. Negli scambi decisivi, però, Radziuk piazza una pipe incredibile (24-23) e lascia spazio alla monumentale chiusura a muro di Kindgard su Ogurcak (25-23), che vale il sorpasso nel computo set (2-1).

Alla ripresa delle ostilità, la partenza biancorossa è fulminea: Radziuk stampa un muro impressionante su Marks e trascina i suoi sul 7-2. A seguire, la truppa gioiese continua a giocare sul velluto e trova, nella parte centrale del game, un cecchino implacabile nell’opposto Prolingheuer (14-7). La Sieco Service è stordita e si mostra fallosa in attacco con Ogurcak (16-10) e Sorrenti (18-11). La fuga della Gioiella è inarrestabile, il PalaCapurso esplode sulla cannonata da posto 4 di Prolingheuer (19-14). Alla fine, l’ace di Scrollavezza (22-14) spiana la strada del terzo successo consecutivo Real, che va in scena dopo l’ennesimo sigillo di Prolingheuer (25-16).

Il tabellino del match:

GIOIELLA G.D.C. 3-1 SIECO SERVICE ORTONA

GIOIELLA G.D.C.: Kindgard 9, Prolingheuer 20, Radziuk 22, Sideri 4, Sighinolfi 10, Catena 5, Frigo (L), Zauli, Scrollavezza 1, Marchetti (L2), Margutti. Indisponibili: Meringolo, Marcovecchio. All. Passaro.

SIECO SERVICE ORTONA: Lanci A. 1, Marks 24, Sorrenti 9, Ogurcak 12, Menicali 12, Simoni 10, Toscani (L), Pesare, Zanettin, Berardi, Sitti 2, Dolfo, Fiscon 2. All. Lanci N.

ARBITRI: Fabio Scarfò e Alessandro Pietro Cavalieri

IMPIANTO DI GIOCO: PalaCapurso di Gioia del Colle.

PROGRESSIONE SET: 21-25 , 25-23 , 25-23, 25-16.

DURATA SET: 29’, 30’, 34’, 25’ per una durata complessiva di un’ora e cinquantotto minuti.

NOTE: Aces: Gioia 3, Ortona 7. Errori al servizio: Gioia 7, Ortona 12. Muri: Gioia 12, Ortona 6. Ricezione: Gioia 51% (Pos) 32% (Prf), Ortona 50% (Pos) 34% (Prf).

MVP DEL MATCH: Martin Alberto Kindgard (Gioiella G.d.C.)

CARTELLINO VERDE FAIR-PLAY: Nicholas Sighinolfi (1-2 del secondo set, ammissione di un tocco a muro)

Lascia il tuo commento
commenti