Parlano i protagonisti

Intervista a Teresa Lorusso e Arianna Bianco della Tecnova

Teresa Lorusso e Arianna Bianco atlete della Tecnova Gioia commentano la vittoria del team gioiese sulla Erredi Magicavolley Taranto

Volley
Gioia del colle sabato 19 gennaio 2019
di Francesco Pavone
Tecnova Volley. Arianna Bianco
Tecnova Volley. Arianna Bianco © Academy Volley Gioia

Continua la marcia primato della Tecnova Gioia nel girone B della serie D femminile. Le atlete del teamguidato dal tecnico Michele Milella ha assolto in maniera lineare all’adempimento agonistico con la Erredi Magicavolley Taranto vincendo per 3-0 (25-9;25-21;25-10).

Questa affermazione, di fatto, ad un turno dalla chiusura del girone di andata, ha matematicamente portato il titolo di “campione d’Inverno” alla Tecnova.

Il match con il Taranto è commentato da Teresa “Tea” Lorusso e Arianna Bianco, rispettivamente schiacciatrice (esordiente nel team gioiese) e libero, della Tecnova Gioia.

I commenti seguono lo stesso ordine di successione.

“E’ stato importante-afferma Tea Lorusso-tornare in campo in maniera vincente. L’aver incontrato una squadra non molto ostica mi ha consentito di aver maggior tranquillità nell’approccio tecnico-tattico nel gioco della mia nuova squadra e, naturalmente-prosegue-con le nuove compagne. Circa l’importanza-sottolinea-della gara nella struttura stagionale è bene averla vinta anche perché le gare apparentemente semplici possono essere le più insidiose. Il successo con il Taranto è stato importante anche perché-conclude Tea Lorusso-è stato ottenuto con la massima concentrazione e determinazione; questi fattori non devono mai essere abbandonati o sminuiti per una squadra, come la nostra, che punta ad essere protagonista della parte alta della classifica”.

Arianna Bianco (altra gara impeccabile nel ruolo di libero) commenta il match con il Taranto come segue:

“ Effettivamente questa partita avrebbe potuto diventare insidiosa-esordisce nel suo dire Arianna Bianco-ed è stato evidenziato dall’abbassamento di concentrazione nel secondo set, con 6 errori al servizio da parte nostra. Errori che hanno facilitato il compito per il Taranto nel restare in partita fino al 21mo punto. Di contro-sottolinea-nel primo e nel terzo set abbiamo saputo tenere alta la nostra concentrazione e quindi il nostro rendimento tecnico-tattica ed i parziali di 25-9 e 25-10 lo dimostrano. Per mantenere alto il nostro rendimento stagionale-evidenza e conclude Arianna Bianco-dobbiamo migliorarci in tutti i fondamentali ma soprattutto in quelli dell’attacco, spesso affrettato e non lineare e nella ricezione, elemento fondamentale per poi avere possibilità di attaccare in maniera più pulita ed efficace; infine dobbiamo cercare di non adattarci agli avversari, come è accaduto nella partita con il Taranto,ma di dettare in maniera efficace, possiamo farlo, i nostri tempi di gara costringendo gli avversari a giocare in difficoltà”.

Lascia il tuo commento
commenti