Parlano i protagonisti

Gioiella: intervista a Marvin Prolingheuer e Francesco Sideri

Marvin Prolingheuer e Francesco Sideri sono stati i top scorer del match vincente sul Catania. Con i due schiacciatori al vertice di rendimento è arrivato il terzo 3-0 casalingo

Volley
Gioia del colle sabato 23 febbraio 2019
di Francesco Pavone
Francesco Sideri
Francesco Sideri © n.c.

Sul Catania il sestetto della Gioiella gioia inanella il terzo 3-0 consecutivo interno.Il punteggio netto è stato forse meno bello, come contenuti tecnici, ma certamente il più voluto. Marvin Prolingheuer; opposto teutonico dalla potenza iconocalastica e Francesco “Sisko” Sideri, schiacciatore sardo dalla determinazione assoluta, riferimenti vincenti nel match con il Catania rispettivamente con 15 ed 11 punti personali, commentano il match e presentano il prossimo impegno esterno a Grottazzolina. Iniziamo dal dire di marvin Prolingheuer per proseguire con Francesco Sideri.

“Con catania-afferma marvin Prolingheuer- abbiamo continuato la serie vincentein casa iniziata con Bergamo e proseguita con Cantù. In pratica –spiega- siamo andati in crescendo ed ora intendiamo proseguire su questa strada. Contro Catania-evidenzia-ci siamo ritrovati in pieno come gruppo e suadra anche se la partita in alcune fasi non è stata bella da vedersi ma l’importante era vincere per proseguire la corsa veso la quarta posizione in classifica e lo abbiamo fatto. Ora- conclude Marvin Prolingheuer- a Grottazzolina ci attende una partita impegnativa ma siamo ben consapevoli di poterla giocare senza alcun timore cercando di mantenere la giusta lucidità in ogni fasedi gioco”.

Il pensiero esternato da Francesco “ Sisko” Sideri è il seguente: “ Contro il Catania- avvia il suo dire Francesco Sideri- abbiamo continuato la nostra striscia vincente, è ciò era importante, seppur non avendo una adeguata continuità e commettendo diversi errori dovute a disattenzioni banali in fasi della partita che potevano, se non fossimo stati accompagnati da una giusta dose di fortuna , che non guasta, divenire difficile da gestire. Ad esempio-sottolinea- non abbiamo avuto la giusta continuità nella gestione dei contrattacchi derivanti dai muri di contenimento che spesso abbiamo coperto poco. Circa il servizio-chiosa- abbiamo sfruttato bene la battutta flot creando opportuni break. Non altrettanto è avvenuto con il servizio al salto. A Grottazzolina-si congeda Francesco SiderI-dobbiamo eseguire al meglio le nostre competenze tecnico-tattiche sia individuali che di squadra. Dobbiamo mantenere la giusta concentrazione e continuità mentale gestendo tutte le nostre giocate pensando a noi stessi e cercando di mettere in difficoltà il Grottazzolina. Dobbiamo ottimizzare gli insegnamenti del match con il Catania per migliorarci.”

Lascia il tuo commento
commenti