Parlano i protagonisti

Interviste post gara 3 fase 3 play off promozione Nava Pall Gioia vs Alezio 3-1

Nel post gar la parola è passata i protagonisti a partire dal presidente Angelo De Carlo

Volley
Gioia del colle sabato 08 giugno 2019
di Francesco Pavone
Pallone Volley
Pallone Volley © nc

La serie C 2019-20 per la Nava Pall Gioia è una certezza; diventata tale dopo il secondo successo in gara 3, nella terza fase dei play off promozione, contro l’Alezio risultato finale 3-1.

Nel post gar la parola è passata i protagonisti a partire dal presidente Angelo De Carlo. Eccovele.

Angelo De Carlo (presidente ASD Nava Pall Gioia): E’ stata una gara intensa al termine di una stagione lunga ed esaltante in cu abbiamo fatto spesso di necessità virtù. Proprio come in questa partita a cui siamo giunti con l’organico in piena emergenza data l’assenza del palleggiatore titolare, di due centrali ed uno schiacciatore.Gli atleti scesi in campo questa sera hanno onorato in maniera eccezionale la maglia completando un cammino che è di tutti la promozione in serie C.

L’Alezio si è dimostrato un validissimo avversario facendo della difesa un baluardo secondo tradizione pallavolistica salentina. Ho capito che potevamo farcela al giro di boa fra andata e ritorno allorquando siamo andati, con personalità e un gioco di buona qualità, a vincere su campi di squadre più esperte e blasonate. Il gruppo è stata la nostra forza. Ora allestiremo una squadra che partendo dall’attuale roster, con i giusti innesti per elevare la qualità, sappia essere brillante protagonista nella serie C”.

Antonio Masi (palleggiatore): “Per me è stata una stagione semplicemente esaltante. La prima giocata con una squadra del mio paese. Devo ringraziare la società per la fiducia accordatami dopo due anni di inattivià. Siamo cresciuti partita dopo partita facendo tesoro di quanto accadeva.

Il gruppo è stata la nostra forza perché di momenti difficili ce ne sono stati tanti. Questa sera per me( Antonio Masi è infortunato ndr) è stata una bella edi intesa sofferenza ma Andrea Colagrande mi ha sostituito con buona personalità.

Gianmarco Laterza (schiacciatore opposto): Volevamo questa promozione ci abbiamo creduto sempre l’abbiamo costruita tassello dopo tassello con un girone di ritorno nella regular seasoon impeccabile. Questa avevamo di fronte un’altra squadra coriacea ma dalla nostra avevamo contenuti tecnici migliori e li abbiamo esternati. Voglio fare una dedica particolare ad una persona che mi guarda ormai dal cielo e che prima della partita sono stato a trovare .

Si tratta di Mio nonno Giovanni il quale è mancato giusto due anni fa ed è sempre stato un pieno riferimento che non ha ami smesso di incoraggiare tutte le mie scelte di vita compresa quella della pallavolo. So che mi guarda con orgoglio”

Antonio Nitti (schiacciatore laterale) E’ una vittoria intensa perché ottenuta al termine di una stagione in crescendo in cui tutti noi atleti, tecnici e componenti della società abbiamo costruito un impresa bella con diversi passaggi in cui il gruppo

E’ stata una famiglia forte. Sono stati prima i valori umani e poi quelli tecnici a creare l’impresa proprio come dopo la frenata obbligata subita nella prima fase dei play off e nella tripla partita con l’Alezio non volevamo e non abbiamo lasciato nulla al caso nel massimo rispetto per gli avversari ma dovevamo centrare l’obiettivo e l’abbiamo fatto”.

Antonio Tria (schiacciatore opposto) Tutti i fattori che hanno composto la rosa di questa squadra, esperienza, capacità tecnica, forza della gioventù, sono maturati ed emersi con forza e continuità abbiamo centrato con merito un obiettivo importante.

Peccato che abbiamo dovuto attendere la terza fase dei play off ma il sapore acre dopo la sconfitta con il Mesagne è diventata impagabilmente dolce dopo la tripla battaglia con l’Alezio”.

Mattia Antonicelli (libero): “La vittoria attuale e quindi la promozione è stata costruita in palestra giorno dopo giorno, in due anni di consolidamento di un gruppo coeso di atleti Questa sera la partita è stata intensa e l’abbiamo vinta con l’apporto impagabile del pubblico.

Le caratteristiche migliori dal punto di vista tecnico che hanno caratterizzato la nostra stagione sono , a mio giudizio, servizio ed attacco. Nella stagione regolare il punto di svolta è stato quello collegato ai nostri successi esterni in casa delle squadre più accreditate del nostro girone.”

Marco Girolamo (1° allenatore): ”abbiamo raggiunto un importantissimo quanto meritato traguardo con una stagione durissima costellata da infortuni e da atleti costretti a lasciare il gruppo per motivi di lavoro. Tutto è stato ricostruito più volto con la abnegazione e la coesione degli atleti presenti dai più esperti ai più giovani. Tutti hanno dato il massimo. Nella regular season ho capito che potevamo farcela quando abbiamo sconfitto bene squadre più esperte e quadrate come Asem Bari, Don Milani Bari e Modugno.

Mentre la forza decisiva nel play off è giunta nel momento forse più basso dopo la sconfitta conil Mesagne. Siamo risaliti in maniera vincente ed ora siamo con merito in serie C”.

Lascia il tuo commento
commenti