Parlano i protagonisti

Chiusura di carriera pallavolistica in maniera eccellente per Felice Notarnicola

Nei quadri tecnici della FIPAV 40 anni di performance brillanti in tutte le funzioni di competenza pe Felice Notarnicola

Volley
Gioia del colle sabato 22 giugno 2019
di Francesco Pavone
Felice Notarnicola con Andrea Lucchetta
Felice Notarnicola con Andrea Lucchetta © n.c.

L’edizione numero 26 dei campionati italiani assoluti di beach volley si è aperta a Milano con la tre giorni 14-16 giugno della 1^ tappa della massima kermesse Italiana di Beach Volley con “allegata” la Coppa Italia. L’evento milanese, in cui il gioiese Felice Notarnicola, ha ricoperto il ruolo di “ Supervisore Tecnico” (massima figura tecnica FIPAV per gli eventi nazionali di Beach), ha visto la partecipazione di 350 beachers. Ma a noi interessa tracciare il profilo pallavolistico di Felice Notarnicola, 65 anni il prossimo 5 agosto, che dal 1978 al 2019 ha percorso una carriera nei quadri tecnici della FIPAV dai ruoli arbitrali a quelli di osservatore arbitrale dei ruoli nazionali, ricoprendo anche le funzioni di Giudice unico Regionale - Puglia e Responsabile Organizzazione Territoriale BAT-BARI e, nel settore Beach di Supervisore Tecnico eventi l’intera gamma dei ruoli tecnici.

Felice Notarnicola ha sempre sviluppato la massima coordinazione sinergica di crescita con gli altre ruoli federali dalle società, agli atleti e ai tecnici. La sua crescita umana e tecnica per la Pallavolo Italiana, intesa come manifestazioni in-door ed out door (beach) è stata riconosciuta ufficialmente anche con l’assegnazione del titolo di “Benemerito del Consiglio Federale“ per l’anno 2017. Con l’incarico ricoperto nell’evento di apertura della 26ma edizione dei campionati assoluti di Beach Volley Felice Notarnicola ha suggellato, ancora una volta in maniera impeccabilmente brillante la sua carriera pallavolistica apprestandosi per limiti di età a lasciare l’haute parterre tecnico. Lo abbiamo sentito al termine dell’evento.

“La passione per la pallavolo- esordisce Felice Notarnicola- per quanto mi riguarda è stata una scuola di crescita prima di tutto umana, sotto varie sfaccettature, e quindi tecnica. Il cammino percorso in quarant’anni di carriera Fipavè per me un punto di orgoglio. L’aver chiuso con la kermesse di Milano- conclude Felice Notarnicola- mi fa capire di aver lavoratonel modo migliore perché l’intero movimento della pallavolo si sia accresciuto e qualificato e questo mi consente di percorrere il passo d’addio dai ruoli tecnici federali con piena soddisfazione personale. Se mi permette un grazie sentito alla mia famiglia che in questo percorso di vita mi è sempre stata vicina in maniera positiva”.

Lascia il tuo commento
commenti