Primo sorriso esterno

La Tecnova fa sua la gara di Trepuzzi e domenica va a Fasano

Tecnova al quinto posto in classifica, al netto dei vari turni di riposo e degli incastri del calendario. Un bottino certamente parziale, ma comunque buon viatico in questo primo quarto di stagione

Volley
Gioia del colle lunedì 02 dicembre 2019
di Ufficio Stampa Academy Volley Gioia
Trepuzzi vs Tecnova Volley
Trepuzzi vs Tecnova Volley © Academy Volley Gioia

Eccola al terzo tentativo la prima affermazione lontano da casa per la Tecnova Volley Gioia nella stagione di esordio in serie C. Ma non è stata affatto una passeggiata per le ragazze di mister Milella, che hanno dovuto sudare non poco per riuscire a espugnare il campo di Trepuzzi, fanalino di coda nel girone A, ma tutt’altro che squadra arrendevole o spacciata. Infatti le salentine hanno venduto subito cara la pelle, riuscendo a condurre per larghi tratti del primo set, fino a imporsi con merito (25-22). Poca fluidità e qualche sbavatura hanno rischiato di condizionare anche il parziale successivo, nel quale la Tecnova ha recuperato e chiuso al fotofinish (24-26), dando la svolta all’incontro. Da quel momento, infatti, è tornata la continuità realizzativa, l’incidenza dai nove metri è aumentata e il pallino del gioco è rimasto nella mani gioiesi fino alla fine (21-25 16-25).

Tecnova al quinto posto in classifica, al netto dei vari turni di riposo e degli incastri del calendario. Un bottino certamente parziale, ma comunque buon viatico in questo primo quarto di stagione, pur con un rendimento non ancora al top. Ne è convinta anche Mek Malaj, la regista biancorossa.

“La partita disputata sabato è stata positiva da un certo punto di vista, perché abbiamo ottenuto i nostri primi importantissimi punti fuori casa. D’altro canto, tuttavia, non possiamo essere soddisfatti dei tanti errori che ci hanno condotto a perdere il primo set. Proprio questo è stato il momento in cui ci siamo rese conto che non potevamo più sbagliare e dovevamo prendere in mano la situazione per fare bottino pieno e non perdere punti. Dobbiamo essere sempre più consce che ci troviamo in un girone in cui non possiamo mai abbassare la guardia, dove anche i piccoli errori hanno un peso. Al momento, purtroppo, dobbiamo constatare che non è ancora uscito quello che realmente siamo, nè le nostre capacità, ma è proprio questo l’aspetto su cui lavoriamo duramente giorno dopo giorno, a cominciare dalla preparazione in vista della gara di domenica contro Fasano“.

La partita, per la seconda volta di fila lontano da Gioia, si disputerà domenica 1° dicembre alle ore 18.30 nella palestra dell’Istituto “Salvemini”.

Lascia il tuo commento
commenti