Risultato finale 3-1

La New Volley Gioia fornisce una prova di carattere a Foligno ma non trova i punti

Il sestetto allenato da Danilo Paglialunga costringe al quarto set i marchigiani

Volley
Gioia del colle venerdì 20 dicembre 2019
di Francesco Pavone
Pallone volley
Pallone volley © n.c.

L’uscita in casa dell’Edotto I. Foligno porta un’altra buona prestazione caratteriale dei giovani che costituiscono il roster della New Volley Gioia ma, ancora una volta l’inesperienza ferma nelle fase apicali dei set la dinamica di gioco di Milano e compagni.

Nelle marche la New Volley gioia ha costretto i folignesi a far ricorso al quarto set. Il risultato finale è stato di 3-1.

Nel 1° parziale il Foligno è andato subito avanti (5-2 con un attacco dalla seconda linea di Marcovecchio). La compagine marchigiana, sfruttando bene il servizio e la correlazione muro difesa, ha contenuto i contrattacchi gioiesi portati da Milano, Cianciotti e Carta e mantenuto la guida del set (21-17, attacco da posto 3 di Merli) per chiuderlo vittoriosamente sul 25-23 con un attacco di “banda” di Carbone che ha chiuso il tentativo di aggancio del Gioia fermatosi sul 24-23 con un attacco di Carta.

Nel 2° setIl Foligno riparte bene 6-3 (Della Rosa da posto 4) trova la giusta continuità nel fondamentale del muro (guidato da Merli) e si porta sul 16-8) poi lascia spazio al Gioia che dal 16-10 (ace di Cianciotti) al 19-15 (ace di Milano) tiene sulla corda i padroni di casa. La fase finale del set è caratterizzata dagli attacchi di esperienza e varietà di colpi dell’opposto Marcovecchio (l’ex opposto della Real Volley Gioia) firma il punto del 25-19.

Nel 3° set la New Volley Gioia parte con la giusta determinazione e senza sbavature tecniche e si porta sul 6-1 (Carta da posto 4) subisce il ritorno marchigiano (9-8 con Della Rosa) e pare dover andare a chiudere il match sul 3-0 per i locali, smarrendo “la diritta via” di dantesca memoria, allorquando si sono trovati a dover rincorrere il Foligno che conduceva 21-18. Ma la reattività è riemersa forte e decisa e si è concretizzata in un break di 6-2 chiuso da Milano che ha portato il successo per 25-23.

Il set perso ha svegliato i quotati avversari che nel quarto set hanno da subito preso le redini del set (8-4 con Carbone) e le hanno mantenute fino alla conclusione dello stesso (25-19 ancora con Marcovecchio da posto 2) vincendo per 3-1.

Lascia il tuo commento
commenti